No. Quintet:


Leonardo Ceccarelli (Chitarra):

Nato a Roma nel 1989, Leonardo inizia a studiare musica con il pianista Massimiliano Carradori ed a suonare la chitarra da autodidatta.
Nel 2001 inizia un percorso di studi con Aldo Sferra segnando il suo approccio alla musica jazz.

Nel 2006 partecipa ai seminari di Umbria Jazz e Berklee Summer School.

Nel 2008 si trasferisce a Parigi per seguire i corsi dell’ ASMM/IMEP. Studia armonia, solfeggio, arrangiamento (ensemble, big band), composizione (jazz moderno, contemporanea), improvvisazione con insegnanti quali François Fichu, Bernard Vidal, Phil Hilfiker, Peter Giron, Rick Margitza e Christopher Culpo.

Nel Giugno 2013 consegue il diploma e decide di tornare a Roma per continuare lì il suo percorso nel mondo della musica.


http://leonardoceccarelli.wix.com/leonardoceccarelli


Francesco Fratini (Tromba):

Nato a Roma il 3 ottobre del 1990 inizia ad 8 anni lo studio dello strumento in una scuola di musica di quartiere. Frequenta in seguito la scuola di musica di Testaccio a Roma, dove si avvicina al jazz.

Contemporaneamente porta avanti lo studio della musica classica con Benedetto Biondo. Dal 2006 al 2010 frequenta il Conservatorio di Santa Cecilia a Roma. Nel 2007 prende parte ai seminari senesi di musica jazz studiando con Giampaolo Casati, Pietro Tonolo, Stefano Zenni ed altri vincendo una borsa di studio. Nel 2008 torna a Siena frequentando la classe di Marco Tamburini e Claudio Corvini ed i laboratori di musica di insieme condotti da Enrico Rava, Gianluigi Trovesi, Mauro Negri, Claudio Fasoli e la Big Band diretta da Giancarlo Gazzani. Al termine dei seminari risulta vincitore della borsa di studio per rappresentare, all’Aia, la Fondazione Siena Jazz in occasione del meeting IASJ 2010 delle scuole jazz di tutto il mondo.

Nel luglio del 2009 frequenta i seminari estivi tenuti dai docenti della New School di New York a Bassano del Grappa studiando con Ron Horton, Dave Stryker, Cameron Brown, Dave Glasser. Vince una borsa di studio per la New School for Jazz and Contemporary Music di New York. Nel 2010 frequenta l’International Jazz Master nell’ambito del quale studia con Eddie Henderson, Avishai Cohen, Ralph Alessi, Danilo Perez, Kenny Werner, Reuben Rogers, Ben Allison, Tim Berne e tanti altri.

Nel Dicembre 2014 si laurea alla New School For Jazz and Contemporary Music di New York sotto la guida di insegnanti del calibro di Reggie Workman, George Cables, Aron Goldberg, Steve Cardenas, Jimmy Owens, Andrew Cyrille, Laurie Frink, Ambrose Akimounsire, Avishai Cohen, Kirk Nurock.

Progetti Presenti e Passati: Rava plays Gershwin, Paolo Damiani Ensemble, Francesco Ponticelli Octet, Greta Panettieri Group. Collabora con Pino Jodice, Mario Corvini, Mario Raja, Roberto Spadoni, Mauro Grossi ed altri.

Insegna Tromba presso la scuola di musica Contro Chiave a Roma (2009) e lavora come insegnante di sostegno per le materie di Ear Training e Teoria Musicale presso la New School for Jazz and Contemporary Music di New York (2011 – 2013).


Giacomo Nardelli (Basso):

Diplomato nel Giugno 2013 presso l'accademia di Grosseto "Bass to Rock".

Selezionato nel 2010 tra gli 8 finalisti del Future Best Jazz Contest, si è esibito dal vivo con Gianni Virone, Claudio Filippini e Nicola Angelucci; ha partecipato a workshop e seminari tenuti da Alain Caron e Massimo Moriconi; in altre occasioni con Bobby Vega, Jimmy Haslip, Dario Deidda, Federico Malaman ed altri grandi artisti.

Classificato nel 2012 tra i premiati del concorso "Music Off Video Contest", organizzato dal sito e forum per musicisti MusicOff.

Dal Marzo 2013 collabora con il marchio di corde per basso e chitarra “Groovster Strings”.

Nel Dicembre 2014 pubblica l’album d’esordio “Parte Uno”.

Allievo di Saverio Capo, Luca Barberini e Danilo Bigioni.

Collaborazioni con vari artisti e band; tra i più importanti: Morgan con la i (grazie ai quali suona su uno dei palchi dello Sziget, uno dei più grandi festival musicali d’Europa), Awa Koundoul band, Genti Diverse (tributo a De André), Neurotika, Bless The Donkey, Revolution #9, Piano 23, The Peppers (tributo a Red Hot Chili Peppers), e tanti altri.


http://www.giacomonardelli.it


Edoardo Petretti (Piano):
E’ insegnante di pianoforte e didattica propedeutica; Diplomando in pianoforte classico presso il Conservatorio Licinio Refice ed è allievo di Ramberto Ciammarughi. La sua attività è da sempre ricca di progetti e collaborazioni che arrivano a toccare costantemente molteplici realtà musicali.

E’ pianista, tastierista e arrangiatore nel progetto “Anime di Gomma”, spettacolo dedicato all’album
“Rubber Soul” dei Beatles. Fisarmonicista nel progetto “CoreAcore” con Maurizio Masi (Banco del Mutuo Soccorso) e Claudia Delli Ficorelli. Pianista, fisarmonicista e arrangiatore con Giovanni Del Grillo e per il progetto “Schola Romana” nato da un’idea del cantautore Davide Trebbi. Fisarmonicista e tastierista nel gruppo “Threegonos” di Toni Armetta. Fisarmonicista, tastierista, percussionista e corista nel progetto “Tana Libera Tutti” di Andrea Gentili, con la partecipazione di Francesco Di Giacomo (Banco del Mutuo Soccorso). Dal 2007 è fisarmonicista degli “Errichetta Underground”. Dal 2009 a oggi è pianista, tastierista, fisarmonicista e arrangiatore nel progetto Simone Avincola.

Tra le tante masterclass conseguite, ricordiamo quello presso il CET di Mogol (vincitore di borsa di studio) e la masterclass jazz tenuta da Stefano Bollani presso il Conservatorio Giuseppe Tartini di Trieste.


Paolo Volpini (Batteria):

Diplomato al conservatorio di Perugia nel 2013, frequenta il Saint Louis college of music, segue corsi di perfezionamento con Cristiano Micalizzi, partecipa ai seminari di Umbria Jazz nel 2006 e nel 2010.

Dal 2007 entra nel Maurizio Trippitelli Pecussion Ensemble grazie al quale collabora con numerosi artisti tra i quali Stefano di Battista, Massimo Morriconi, Pippo Matino, Amii Stewart, Enzo de Caro, Solist Strings Quartet, Arold Bredley, Antonio Onorato, Sasà Mendoza, Enzo Gragnaniello e molti altri.

Collabora inoltre con: Orchestra Italiana del Cinema, Morgan con la i, Terradunione, Awa Koundul, Ginko “Villa Ada Posse”, Adriano Bono “radici nel cemento”, Tommaso di Giulio e molti altri.

Rassegna stampa:


Mat9090
Odio John Lennon


Contatti:


no.quintet@gmail.com